Archivio
News dal Retrievers Club

Dei diritti e doveri degli espositori

A causa di segnalazioni pervenute al C.D. da alcuni soci siamo a ribadire quanto segue:

L'espositore socio R.C.I. è obbligato a mantenere sempre un comportamento corretto fuori e dentro il ring, sia con gli altri espositori che con i giudici.  

Deve avere il massimo rispetto dei luoghi dove sono ospitate le esposizioni, tenendo sempre presente che il suo comportamento si riflette sulla Società stessa.  

E’ necessario osservare nelle esposizioni cinofile un comportamento sempre corretto, senza travalicare nella competizione i canoni generali dello spirito sportivo, partecipare sempre con la massima lealtà e correttezza, contribuendo a creare un'atmosfera distesa e non astiosa o esageratamente competitiva, considerare gli altri espositori come concorrenti e non come una minaccia alle proprie ambizioni personali evitando polemiche, offese, critiche immotivate e cercando invece di essere sempre tolleranti e collaborativi, ricordando con consapevolezza che esibire un Retrievers deve essere un'esperienza divertente che offre all'espositore la grande opportunità d'essere "ambasciatore della razza”.

Si ricorda che le esposizioni cinofile, non sono “gare” ma valutazioni zootecniche dove vengono messi in luce i soggetti più rappresentativi della razza.

Cortesia e spirito d'assistenza specie nei confronti dei neofiti e degli eventuali spettatori sono fondamentali per far conoscere e migliorare le nostre razze. Una visione esasperata della competizione mal si addice allo spirito delle esposizioni cinofile nelle quali volontariamente ci si sottopone alla valutazione di un esperto, il cui giudizio e operato resta insindacabile sul ring.

Da parte nostra il Club auspica che gli esperti giudici siano sempre disponibili a dare ulteriori chiarimenti e spiegazioni a coloro i quali, nei termini della massima educazione e rispetto, ne facciano richiesta.

Giova a questo punto ricordare quanto statuito dal regolamento speciale delle esposizioni canine ENCI:

 

                     DOVERI DEGLI ESPOSITORI E DEL PUBBLICO:

                                                    

                                                       Art. 35

I proprietari di cani e/o i loro conduttori, tutti coloro che presentano cani in esposizione o aiutano a presentarli e chiunque abbia attinenza coi cani concorrenti in manifestazioni riconosciute devono il massimo rispetto e deferenza agli esperti giudici, ai rappresentanti dell’ENCI, ai membri del comitato organizzatore e agli altri concorrenti, pena l’esclusione dalla manifestazione da parte del delegato dell’ENCI che deve provvedere ad informare l’ENCI attraverso la “Relazione del Delegato”.

I concorrenti dovranno rigorosamente attenersi alle disposizioni regolamentari dell’ENCI e del comitato organizzatore.

La puntualità è un dovere non solo disciplinare ma di cortesia e di sportività. Coloro che ritardassero a presentarsi all’esperto giudice quando sono chiamati verranno esclusi dal giudizio.

E’ vietato a chicchessia di rivolgere osservazioni o rimostranze agli esperti giudici. Chi ritenesse di aver motivo di avanzare lagnanze o reclami o per qualsiasi motivo, potrà farlo nei modi previsti dal regolamento generale delle manifestazioni canine.
Il giudizio dell’esperto giudice è da ritenersi insindacabile.

 

                                                    Art. 36

Chiunque pronunciasse pubblicamente parole offensive verso gli esperti giudici o gli altri concorrenti o rifiutasse di sottoporsi ad una decisione dei primi o del delegato dell’ENCI, ovvero commettesse atti di indisciplina o mancanza contro di loro, potrà essere immediatamente sospeso dalla manifestazione in corso dall’esperto giudice stesso o dal delegato dell’ENCI e sarà segnalato agli organi istituzionali dell’ENCI per quanto di competenza.

 

 

 

 

Print
Categories: Direttivo
Tags:
Rate this article:
5.0